01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

13

14

15

16

                           
 

La principale storia di Balaam ha luogo nel tempo del soggiorno degli Israeliti nella piana di Moab, ad est del fiume Giordano, alla fine di quarant'anni di peregrinazione nel deserto, poco dopo la morte del sommo sacerdote Aronne, fratello di Mosè, e del successivo attraversamento del Giordano. Gli Israeliti hanno già sconfitto due re dal lato occidentale del Giordano: Sihon, re degli Amorriti, e Og, re di Bashan. A ragione di questo, Balak, re di Moab, si allarma, ed invia gli anziani di Moab, e dei Madianiti, presso Balaam, figlio di Beor, per indurlo a raggiungerlo ed aiutarlo maledicendo Israele. Il posto dove si trova Balaam viene spiegato semplicemente come "presso il suo popolo" nel testo masoretico, anche se sia il Pentateuco samaritano, sia la Vulgata, che la Peshitta lo identificano con Ammon, cosa che viene accreditata da molti studiosi moderni.Balaam risponde ai messi di Balak, che lui si può pronunciare soltanto quanto Dio comanda, e che Dio gli aveva riferito, apparendogli in sogno, di non andare. Moab, allora, invia sacerdoti di un rango superiore ed offre a Balaam grandi onori, e così Dio (di nuovo in sogno) gli ordina di seguirli.Balaam allora si accorda con due inservienti per raggiungere Balak, ma un angelo cerca di impedirglielo. Alla fine l'angelo viene visto soltanto dalla asinella che Balaam sta cavalcando, che cerca di evitare l'angelo, invisibile a chiunque altro. Balaam comincia a punire la ciuchina, che rifiuta di muoversi e che riceve miracolosamente il potere di parlare e si lamenta del trattamento ricevuto dal suo padrone(Wikipedia).